Smoothie Lover

1 maggio 2013

#10 Cannelloni alle Verdure (suitable for vegetarians ;D)

E..rieccomi su questi schermi!!

Mamma mia quanto tempo è passato, ma non dimentico nessuno dei miei blog. Questo poi raccoglie i miei orgogli culinari, figuriamoci XD!

Allora, oggi propongo una ricetta che mi girava nella mente da un po’ ma che ho avuto tempo di fare solo questo pomeriggio.

Vi consiglio di preparare il tutto un paio d’ore prima della cottura (almeno) per permettere alla pasta di assorbire i succhi del ripieno ^_^

Cosa vi serve (per 4 persone):

– una scatola di pasta per lasagne (vi prego non prendete i cannelloni già fatti che sono tristissimi e stretti =_=)

– una melanzana

– uno zucchino e mezzo

– due patate medie

– mezza cipolla bionda

– tre cucchiai di olio evo

– due carote

– due ciuffetti di prezzemolo

– brodo vegetale granulare senza glutammato

– sale

– pepe nero

– una teglia da lasagne e una casseruola

– burro per la teglia (una noce piccola) e 100 gr per la besciamella

– 100 gr farina

– 750 ml latte

– noce moscata

– aglio (uno spicchio)

– passata di pomodoro

Ok ci siamo:

Procediamo con il cucinare le verdure: in una bella padella (bordi medio alti, è meglio) mettiamo l’olio, la cipolla sminuzzata e l’aglio. Iniziamo a soffriggere a fiamma bassa, nel frattempo tagliate a cubetti (un cm circa) le patate. Non appena sfrigola il soffritto aggiungere le patate, mescolate un attimo e dedicatevi alle carote: tagliatele come le patate e via in pentola, poi è il turno della melanzana e le zucchine. Seguendo questo ordine eviterete di bruciare le verdure più sensibili, le zucchine, che appunto arrivano per ultime 😀

Aggiungete in pentola un bicchiere di acqua, insaporite con pepe, dado vegetale, prezzemolo e un pizzico di sale e fate sobbollire fino al completo asciugamento. A questo punto, sarà passata una buona mezz’ora, aggiungere mezzo bicchiere di passata di pomodoro, assaggiate ed eventualmente aggiustate 😀

Adesso possiamo iniziare a preparare la besciamella: facciamo sciogliere in una casseruola il burro (a fiamma bassa bassa) senza mai farlo friggere, aggiungete la farina e iniziate a mescolare con un cucchiaio di legno per amalgamare bene il tutto, prenderà un colore paglierino. Mi raccomando: non fate attaccare il composto :C Ora il passaggio più delicato: aggiungere a filo il latte continuando a mescolare, lentamente, senza fretta. Una volta incorporato tutto portare ad ebollizione per una decina di minuti, senza perdere mai di vista la pentola 😛 e mescolando: a questo punto aggiungete noce moscata a piacere, sale e pepe. Spegnere e coprire fino ad utilizzo.

Ora abbiamo il ripieno dei nostri cannelloni. Dobbiamo operare d’ingegno: mettiamo a bollire una pentola d’acqua come per fare la pasta, e nel mentre che arriva ad ebollizione imburriamo la teglia per i nostri cannelloni ( nota: io non stratifico mai i cannelloni quindi prendo una teglia che possa ospitarne due a testa minimo nella sua area) su tutte le pareti eh, non solo il fondo. Ora mettiamo uno strato della nostra besciamella sul fondo, e una passatina sulle pareti, e inizia il LAVORO: prendiamo qualche un foglio di lasagna e sbollentiamolo nell’acqua in ebollizione per qualche minuto per renderlo malleabile, lo appoggiamo su un piattino e poniano al suo  interno un cucchiaio bello di ripieno e un mezzo di besciamella, lo arrotoliamo e lo appoggiamo nella teglia con i lembi aperti sul fondo così non si apre 😀 e via così fino a riempire tutta la teglia.

Se avanza un po’ di ripieno lo mettiamo tra un cannello e l’altro a far da sugo, che non buttiamo niente e poi vi gusta potete anche aggiungere del formaggio grattato o a dadini, tipo toma, e ricoprire tutto con la besciamella :D.

Lasciate riposare due ore prima di informare a 200 gradi per 40 minuti. Se prima del tempo dovesse colorarsi troppo la superficie copritela con un foglio di alluminio <3.

E’ buona anche il giorno dopo nella schiscetta ^_^

 

PICCOLO AIUTO: esiste anche la pasta fresca per lasagne, è già morbida e non serve scottarla.

Io ho usato quella agli spinaci :3 per questo è verde.

 

cannelloni

 

Baci,

Momo

Annunci

3 settembre 2011

#9 Zuppa di Calamari MomoStyle ;)

Filed under: Pesce, Secondi, Zuppe — Tag:, , , , , , , , — momoilgomitolo @ 22:42

Rieccomi dopo tantissimo tempo!

Allora, stasera ho cucinato un ottima zuppa di calamari, così buona che non potevo non condividerla 😉

Al supermercato ho visto il sacchettone surgelato degli anelli di totano…la tentazione e la gola mi hanno portato a prenderne uno per la spesa settimanale….ma fidanzato ha avuto da ridire sulla cospicua dimensione dell’oggetto del desiderio: in effetti 1 Kg di  pesce per una cena di due persone non è una scelta molto saggia, partendo dal presupposto che non abbiamo un freezer. Occorre versione tascabile della mia cena: banco del pesce mon amour! Abbiamo comprato due calamaretti, quanto di più simile, e via casa.

INGREDIENTI per due:
4 calamari puliti,  uno spicchio piccolo di aglio, uno scalogno piccolo, due cucchiai di prezzemolo tritato, due cucchiaini di brodo vegetale (senza glutammato!), una noce di burro, acqua.

Cosa serve: un tagliere per pulire i calamari e affettarli (per ottenere i cerchi *_*), un coltello affilato (attenzione!), una pentola tipo casseruola dal diametro di 25 cm con il coperchio, un cucchiaio di legno, un bicchiere, il fuoco del gas.

COME FARE:

Iniziamo con il pulire i calamari, per evitare di rompere il “cono” tagliate all’altezza dei tentacolie infilate le dita nel calamaro: tirate fuori tutto ;). Risciaquate per bene e procedete con l’affettare i “coni” in modo da ottenere i famosi anelli, io adoro anche il senso estetico, hihihih, del cibo! I tentacoli lasciateli pure interi al massimo divideteli in due ciuffetti. Adesso con un tagliere pulito, o dopo aver davvero lavato bene quello di prima, fate a pezzettini minuscoli l’aglio, affettate lo scalogno e tritate fine il prezzemolo.

Mettete nella pentola il burro, i sapori (prezzemolo, aglio e scalogno) e iniziare a scaldare a fuoco bassissimo per far scogliere il burro. A burro sciolto aggiungere due bicchieri di acqua e i cucchiaini di brodo vegetale: lasciare sobbollire in modo che il composto si insaporisca uniformemente. A questo punto, dopo 10 minuti di “cottura” del brodino, aggiungere i calamari e un altro bicchiere d’acqua, cuocere con il coperchio. Sentite il brodino: se è poco saporito aggiustate con un altro cucchiaino di brodo vegetale.

Proseguire la cottura per 20 minuti, una mezz’ora la massimo, con il coperchio, ma controllando sempre e mescolando con un cucchiaio di legno. Se si asciuga troppo aggiungere qualche cucchiaio d’acqua.

A cottura ultimata servire in ciotole con qualche crostino fatto in casa e, se piace, una spolverata di pepe bianco!

CROSTINI

Pane in cassetta, burro salato, coltello, pentola antiaderente e fuoco.

Passare leggermente il burro sul pane in cassetta, da entrambi i lati, tagliarlo in triangolini e passarli sulla pentola antiaderente per qualche minuto finchè non diventano dorati ^_^

Mi spiace non avere una foto della zuppa, ma stavolta non ho fatto in tempo a fotografarla ;S

Baci!

Gomitolo

25 settembre 2010

#6 Galette Bretonnes -Biscuit- Meravigliosamente Burrosi.

Questo post è dedicato ai biscotti, e chi mi conosce sa che sono cookie-aholic.

(grazie mille Cavoletto!!!! La ricetta è sua, con eventuali accorgimenti personali sul burro, andate sul suo blog per gustare con gli occhi veri manicaretti casalinghi: www.cavolettodibruxelles.it *O*)

I biscotti bretoni sono consolatori, per antonomasia: fragranti, burrosi, inzuppabili e coccolosi. Di un bel colore dorato, si conservano per tantissimo: quasi un mese (nella scatola di latta richiudibile foderata di carta forno)!! Se andate in Bretagna (andateciiii!! è la fine del mondo, anzi Finisterre ;D) li troverete ovunque: confezionati, artigianali, nei bar….ne sarete sommersi! Ma sarà un piacere.

Mi raccomando però: se li fate, assolutamente il Burro Salato o Demi-sel (al massimo il Lurpak, meglio il Paysan Breton) col burro normale non otterrete questi biscotti.  Ecco.

Serve su tavolo: Una ciotola capiente, una forchetta, pellicola trasparente, un pennellino da cucina per l’uovo ( altrimenti fate col dito)

Ingredienti: 500 gr Farina 00, 250 gr burro salato/ demi-sel, 250 gr Zucchero (io uso Zefiro e vengono fantastici), 2 uova grandi o 3 medie, un goccino di latte, un tuorlo in più , un cucchiaino di lievito per dolci, estratto di vaniglia 1 cucchiaino.

Preparare un mix con gli ingredienti secchi nella ciotola (farina-zucchero-lievito), aggiungere le uova intere e (non il tuorlo in più!) e il burro a temperatura ambiente. Impastare bene tutto e fare un panetto, avvolgere nella pellicola trasparente e porre in frigo per 1/2 ora.

Nel frattempo scaldare il forno a 170°, modalità sopra e sotto.

Dopo che la pasta avrà riposato in frigo per il tempo indicato, stendere e ritagliare le formine (mezzo cm di spessore) e porre sulla carta forno, spennellare con un mix di tuorlo e goccino di latte.

Informare finchè si forma un contorno (della “glassa” d’uovo) scuro, circa 15/20 minuti

16 settembre 2010

#5 Un pomeriggio, metti che trovi i funghi…

Filed under: Piatti unici, Ricette al forno, Secondi — Tag:, , , , , , — momoilgomitolo @ 18:00

Ricetta “Funghi” By Marco (il mio Amore)

Un pomeriggio senza particolari avvenimenti, condito con gita bucolica tra le campagne canavesane, si è rivelato l’ideale per la caccia grossa ai funghi ;D

Tipici di queste zone sono i così chiamati “mazze di tamburo”, il motivo, presumo, è la forma che assumono prima di schiudersi a ombrellino: come si evince dalla foto: sembrano le mazze che si usano per suonare i tamburi ^_^, in più sono grandi!! Non passano di certo inosservati in un sottobosco.

Quando sono cresciuti del tutto, e aperti al massimo, i cappelli possono raggiungere i 25 cm di diametro!! Ideali da fare al forno Slurpppp

Servono sul tavolo: coltello affilato, tagliere, una teglia da forno larga

Ingredienti: I funghi mazza di tamburo, prezzemolo q.b, formaggio media stagionatura q.b, burro (sarebbe meglio quello salato ;P yummy) un ricciolo per la teglia e un ricciolinino per ogni pezzo di fungo, pepe e un pizzichino di sale.

Preriscaldare il forno a 150° elettrico, no ventilato. Pulite i funghi con un panno e privateli del gambo, lavateli bene e asciugarli altrettanto. Tagliarli in pezzi grandi quanto un palmo di mano (mia, per cui  mezzo palmo della vostra). Imburrare la teglia e posare i funghi con le lamelle verso l’alto. Aggiungere su ogni pezzetto un ricciolino di burro,un pizzico di sale e pepe, prezzemolo tritato e una fetta sottile di formaggio.

Infornare 150° per 20 minuti

Apprezzerete tutta la loro fragranza formaggiosa, e la soddisfazione di esservi procacciati da voi il cibo ;D

Se li provate, poi fatemi sapere *_*

Baci,

Momo

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.