Smoothie Lover

30 agosto 2010

#3 Dorayaki- I dolcetti Giapponesi più buoni del mondo!

Filed under: Dolci senza forno, Ricette Dolci — Tag:, , , , , , — momoilgomitolo @ 22:08

Ciao ^_^,

oggi sono proprio felice di scrivere questo post, in quanto posso dire di aver trovato il dolce preferito del mio fidanzato: per me è una fissa esprimere l’affetto coi dolci…eh.

Ho provato a riproporre, a livello casalingo, il dolcetto ai fagioli rossi che il mio moroso prendeva sempre al ristorante giapponese: i dorayaki appunto. Credevo fossero difficilissimi da replicare, visto che si tratta di pancake alla piastra, però avendo trovato per puro caso a Parigi il prezioso ripieno a base di fagioli Azuki, non ho potuto esimermi dalla sfida. Personalmente, ho trovato i fagioli sciroppati interi in scatola, ma è possibile trovare anche l’Anko, la marmellata di Azuki vera e prorpria, i ogni caso il sapore è identico: deliziosissima. A  metà strada tra i frutti rossi e la crema di marroni^_^

Bene, allora, ecco come ho fatto:

Innanzi tutto ho cercato la ricetta del pancake giapponese, e l’ho trovata su Corriereasia.com. Devo dire che l’ho trovata piutosto facile: riescono praticamente al primo colpo, e pensare che non sono mai riuscita a fare nemmeno una crepe normale.

Servono sul tavolo: Una ciotola media, una frusta (io ho usato una forchetta), una tazzina da caffè , un mestolo, una pentola piatta antiaderente, una spatola e un arnese per spalmare.

Ingredienti:

2 uova a temperatura ambiente

50 gr zucchero

100 gr farina

1/2 bustina di lievito per dolci

1 tazzina da caffè  riempita a metà di acqua

1 cucchiaio di miele

I fagioli rossi giapponesi. Ovvio. Ma anche la Nutella…eh. Piemonte docet….

Sbattere le uova a temperatura ambiente con lo zucchero, finchè non si è sciolto del tutto. Poi aggiungere in almeno due volte la farina (sarebbe meglio setacciarla) e mescolare benissimo affinchè non si formino grumi.

Aggiungere il miele, rimescolare bene e poi il lievito sciolto nell’acqua, occhio che schiuma da morire…aggiungete il lievito in un lampo e mescolare ultra-benissimo. A questo punto si lascia riposare l’impasto per una ventina di minuti. Mentre aspettiamo prepariamo la pentola sul gas, si vedranno formare le bollicine (causate dal lievito) nella pastella. Passato il tempo richiesto, accendiamo il gas e scaldiamo per bene la pentola, che dovrà essere antiaderente, e poniamo al centro un mestolino di mistura. Si rapprenderà come una frittatina. Comincerà a gonfiarsi  e mostrerà dei buchini: è ora di girarlo con un spatola, operazione che dopo il primo tentativo verrà naturale. Sul secondo lato bastano un minuto e mezzo o anche meno, altrimenti brucia. Infatti queste focaccine van cotte più da un alto che dall’altro, le parti più scure resteranno “fuori”, quelle più chiare accoglieranno il ripieno.

Io non facevo in tempo a farcirne una che già finiva nella pancia del mio amore *_* che belloooo!!

Provateli. E sentitevi Doraemon per una volta, che ne vale la pena.

Baci,

Momo

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.